Cina, incendio in allevamento di polli: non domato per ore. Oltre 100 morti

Pubblicato il 3 Giugno 2013 8:40 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2013 16:43

SHANGHAI – Cina, grosso incendio in un’azienda di allevamento e macellazione di polli: oltre 100 i morti e quasi 60 i feriti. Le autorità temono, però, che il bilancio possa ancora aumentare perché dei 300 lavoratori che in quel momento si trovavano, non è ancora chiaro quanti siano ancora intrappolati nelle fiamme. Un centinaio sono riusciti a scappare, ma il cancello di ingresso era chiuso a chiave.

L’incendio, la cui origine non è ancora chiara, è scoppiato lunedì mattina intorno alle 6 (mezzanotte in Italia) a Mishazi, nella città di Dehui, all’interno della Jilin Baoyuan Poultry Company, nella provincia nord orientale di Jilin. Dopo oltre 6 ore, l’incendio non è stato domato. Le vittime sono tutti operai della struttura.

Venerdì un grosso incendio, provocato da un corto circuito, aveva distrutto un grande granaio nella vicina provincia dell’Heilongjiang, senza fare vittime.

(Foto Ap/LaPresse)