Città del Messico, scontri davanti parlamento per 43 studenti scomparsi FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 21 Novembre 2014 16:19 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2014 16:19

CITTA’ DEL MESSICO – Ancora proteste in Messico per i 43 studenti scomparsi e poi ritrovati morti in una fossa comune. Scontri si sono verificati a Città del Messico nella serata di giovedì di fronte alla sede del governo, fra polizia in tenuta anti-sommossa e manifestanti che protestavano per la sparizione degli studenti avvenuta nello stato del Guerrero.

I manifestanti, alcuni armati di molotov, spranghe e bastoni, hanno gettato pietre e petardi contro gli agenti e questi hanno reagito con lacrimogeni e idranti.

La strage è avvenuta ad Iguala lo scorso 26 settembre. Tre narcos hanno confessato aver ucciso e bruciato la maggior parte degli studenti di un istituto magistrale della zona. Ad aver consegnato gli studenti ai narcotrafficanti sarebbero stati alcuni agenti di polizia (foto Ansa)