Clandestini rimpatriati sul volo Roma-Tunisi con scotch sulla bocca: la foto-denuncia

Pubblicato il 18 aprile 2012 15:11 | Ultimo aggiornamento: 18 aprile 2012 15:32


Foto facebook

ROMA – Nastro da pacchi a tappare la bocca e fascette di plastica ai polsi e alle gambe: così due immigrati tunisini, scortati da due appartenenti alle forze dell’ordine in abiti borghesi, martedì 17 aprile sono stati rimpatriati su un volo Alitalia Roma-Tunisi, secondo quanto ha denunciato il regista Francesco Sperandeo sul suo profilo Facebook, al quale ha allegato una foto scattata di nascosto dei due tunisini. Il regista parla di trattamento ”disumano”.

Francesco Sperandeo aggiunge sul social network: ”Questa è la civiltà e la democrazia europea. Ma la cosa più grave è stata che tutto è accaduto nella totale indifferenza dei passeggeri e alla mia accesa richiesta di trattare in modo umano i due mi è stato intimato in modo arrogante di tornare al mio posto perché si trattava di una normale operazione di polizia”. ”Normale?”, si chiede Sperandeo.