Classifica multe: Milano capitale di riscossione. Ma nel resto d’Italia -12%

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Marzo 2015 9:06 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2015 9:06

MILANO – Milano si conferma capitale delle multe: nel 2014 il capoluogo lombardo ha infatti incassato oltre 140 milioni in sanzioni, aumentando del 6,2% le entrate rispetto allo scorso anno. A fare i conti è Gianni Trovati sul Sole24Ore che ha stilato una classifica dei comuni italiani in base agli incassi 2014 da infrazioni stradali. Milano però è l’unica città in controtendenza: in tutte le altre si registra un 12,4% in meno rispetto agli anni precedenti, per un ammontare di 1,204 miliardi. Persino Firenze perde il suo primato con una flessione del 3,5%. Mentre Bologna lascia definitivamente il terzo posto con un sostanzioso -30,8%. Scalzata da Parma, comunque in perdita del 9,4%.

Scrive Trovati che è ormai tramontato il biennio d’oro 2010-2012, in cui i comuni rastrellavano 1,5 miliardi di euro all’anno dagli automobilisti, cioè il 20% in più rispetto alle casse di quest’anno. Tra i motivi del calo, analizza il Sole24Ore, c’è sicuramente lo sconto del 30% in vigore dall’autunno del 2013 per chi paga entro cinque giorni dalla notifica del verbale. Oltre a una diminuzione della rottamazione delle cartelle e la rinuncia automatica alle quote, quando la somma in palio non supera i 300 euro. Misura introdotta con la legge di stabilità 2015 per smaltire l’arretrato fino al 2011.

(Tabelle del Sole24Ore)