Consonno, paese fantasma in vendita per 12 milioni di euro

di Filippo Limoncelli
Pubblicato il 11 settembre 2014 16:23 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2014 16:31

LECCO – Volete essere proprietari di un paese? Con 12 milioni di euro potete acquistare Consonno, in provincia di Lecco.

Consonno ha una storia particolare: negli anni ’60 sarebbe dovuto diventare una sorta di Las Vegas della Lombardia. Il progetto era stato pianificato dal conte Mario Bagno, ribattezzato dagli abitanti del posto ‘il conte Amen’. Il suo sogno era quello di realizzare una vera e propria città del divertimento in mezzo alle colline della Brianza.

Furono quindi costruiti edifici commerciali e di intrattenimento nelle più svariate forme architettoniche: una galleria commerciale arabeggiante con minareto, che nell’ultimo piano ospitava dei piccoli appartamenti per le vacanze, una pagoda cinese, un castello medievale come porta di ingresso, oltre a un albergo di lusso (l’Hotel Plaza). Venne anche spianata la collina di fronte al paese per migliorare la vista panoramica verso il Resegone.

Inoltre nei piani di Mario Bragno, intorno a Consonno, sarebbero dovuti sorgere campi da pallacanestro, da calcio, da minigolf, un giardino zoologico e un circuito automobilistico.

Nonostante il boom economico, il progetto fallì miseramente principalmente a causa di una serie di frane che spazzò via la nuova strada che la collegava con il centro di Olginate, cadde nell’oblio e nell’abbandono ancor prima di essere completata.

Ora Consonno è stato messo vendita: “Splendida posizione in collina vista lago – si legge nell’annuncio pubblicato su Subito.it – Proponiamo intero paesino (1.700.000 mq) da demolire esclusa chiesa e canonica, con la possibilità di edificare 30 mila metri quadri in parte residenziali e in parte commerciali”.