Coronavirus, a Roma truffa con falsi volantini del Viminale: “Chi non è residente deve lasciare casa”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2020 15:29 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2020 15:30
Coronavirus, a Roma truffa con falsi volantini del Viminale: “Chi non è residente deve lasciare casa”

Coronavirus, a Roma truffa con falsi volantini del Viminale: “Chi non è residente deve lasciare casa”

ROMA – La Polizia di Stato ha scoperto una nuova truffa legata all’emergenza coronavirus. Mercoledì 25 marzo gli agenti del commissariato Appio Nuovo di Roma hanno rinvenuto, dopo la segnalazione di alcuni cittadini, dei volantini su carta intestata “Ministero dell’Interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza”, in cui si invitavano i cittadini non residenti a tornare nei loro comuni di appartenenza, citando il Dpcm del Governo e addirittura specificando multe e provvedimenti per i trasgressori.

Si tratta di una fake: nessuno è costretto a lasciare il proprio domicilio per far ritorno nel comune di residenza, al contrario con nel suo ultimo decreto il Governo ha sancito la necessità di non lasciare il comune dove ci si trova, salvo improrogabili e dimostrabili necessità.

“Quanto riportato su detti volantini è da ritenersi falso ed ingannevole per la pubblica fede e non deve essere preso in considerazione da chi li dovesse ritrovare, soprattutto laddove vengono invitati eventuali non residenti degli stabili a lasciare le abitazioni ospitanti per rientrare nel proprio domicilio di residenza”, specifica la Questura di Roma.

Il sospetto della Polizia è che gli autori della truffa abbiano distribuito i volantini nella speranza di provocare la partenza di qualche cittadino, potendo così agire indisturbati negli appartamenti. (fonte QUESTURA DI ROMA)

Coronavirus, a Roma truffa con falsi volantini del Viminale: “Chi non è residente deve lasciare casa”

Coronavirus, a Roma truffa con falsi volantini del Viminale: “Chi non è residente deve lasciare casa”