Coronavirus, negli uffici postali si entra 1-2 alla volta: lunghe file in strada FOTO-VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 6 Marzo 2020 11:16 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2020 11:16
coronavirus ufficio postale

Coronavirus, negli uffici postali si entra 1-2 alla volta: lunghe file in strada (foto Twitter) 

ROMA – Per evitare sovaffollamento a causa dell’emergenza coronavirus, Poste Italiane ha deciso di far entrare negli uffici postali 1-2 persone per volta.

Già dai giorni scorsi, fuori dagli uffici si sono così formate delle code molto lunghe anche per via del pagamento delle pensioni.

Poste Italiane, negli ultimi giorni aveva invitato i pensionati a “riscuotere la pensione direttamente gli sportelli automatici” proprio al fine di evitare questi assembramenti.Meglio utilizare carte libretto collegate ai singoli libretti postali che consentono i prelievi nei Postamat. Vista l’emergenza, andrebbero quindi utilizzati, proprio per evitare file e occasioni di contagio.

Poste Italiane, a partire dal 2 marzo ha deciso di riaprire gli sportelli nelle zone rosse colpite dal coronavirus. Il gruppo guidato da Matteo Del Fante ha dichiarato che le pensioni del mese di marzo saranno pagate regolarmente anche nei cinque Uffici Postali di Codogno, Casalpusterlengo, Castiglione D’Adda, San Fiorano in provincia di Lodi e Vo’ Euganeo in provincia di Padova.

Poste Italiane allo stesso tempo ha ricordato che nella medesima zona interessata dalle misure straordinarie in riferimento alla diffusione del Covid19 sono in funzione anche gli Atm Postamat degli Uffici Postali di Codogno, Casalpusterlengo, Castiglione d’Adda e Somaglia.

A seguire un servizio del Corriere della Sera che mostra la fila nei pressi dell’ufficio di Casalpusterlengo nella zona rossa lombarda. 

fila posta coronavirus

Coronavirus,lunghe file fuori dagli uffici postali