Costa Concordia. Ecco la foto della cabina di Schettino, devastata dal mare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 gennaio 2014 13:10 | Ultimo aggiornamento: 22 gennaio 2014 10:46
Costa Concordia. Ecco la foto della cabina di Schettino, devastata dal mare

Costa Concordia. Questa è la foto della cabina di Francesco Schettino inviata dal suo avvocato, Davide Perrotta

ROMA – La cabina di Francesco Schettino sulla Costa Concordia è uscita distrutta dal naufragio, non è quella la cui foto è stata pubblicata, e l’avvocato di Schettino, Davide Perrotta, ci ha mandato la foto autentica con una nota di precisazione.

A confrontare le due immagini, quella pubblicata in questa pagina e quella al link, la differenza è impressionante e la reazione di Schettino è comprensibile. Se fosse stato in cabina al momento dell’impatto con l’isola del Giglio, forse non sarebbe più qui a raccontarcelo.

Questo il testo della lettera dell’avv. Davide Perotta:

“Abbiamo ricevuto mandato da Francesco Schettino di diffidare codesto editore alla immediata rimozione della notizia divulgata in data odierna, sul Vs. sito internet, ingiustamente ripresa anche da altri Editori (che verranno autonomamente diffidati) dal titolo «Costa Concordia, le cabine dopo il raddrizzamento: quella di Schettino è intatta» (cfr. pdf allegato).

“La Vs. pubblicazione, infatti, da atto di una situazione dei luoghi semplicemente falsa, descrivendo – quale ‘cabina del nostro assistito’ – la cabina ‘gemella’ posta dalla parte opposta della nave (!), identificata con il n. 8502.

“Come tutti sanno (recte: dovrebbero sapere tutti coloro i quali hanno seguito il caso con l’attenzione che ogni cronaca giudiziaria merita, vieppiù se così mediaticamente esposta), la cabina di Francesco Schettino era la n. 8501 posta sul lato destro della nave e, quindi, sul lato che è stato sommerso, e di cui alleghiamo corretta rappresentazione fotografica.

“Del tutto mendace è pertanto la dichiarazione posta a commento delle foto della cabina n. 8502, secondo la quale “Una curiosità: la camera di Francesco Schettino, il comandante a processo per il naufragio, è intatta. Si trova infatti nel lato della nave che non è stato a contatto con l’acqua”.

“Precisiamo che la falsa rappresentazione dei luoghi, anche perché non compatibile con la rappresentazione dello stato dei luoghi offerta dall’imputato Francesco Schettino nell’ambito del processo, e ripresa dai media, è univocamente idonea ad arrecare grave pregiudizio in danno del nostro assistito, rispetto al quale danno riserviamo ogni iniziativa.

“Alla stregua di quanto precede, siamo a richiedere l’immediata rettifica e cancellazione della pubblicazione”.

Il tono è quello tipico degli avvocati italiani, ma non c’è nessuna difficoltà a diffondere la nuova foto.