Crimea è in Russia per Atlante Larousse. Ucraina protesta

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 14 Ottobre 2015 14:57 | Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre 2015 14:58

PARIGI – La Crimea non è in Ucraina. A dirlo, o meglio, a mostrarlo, è l’ultimo Atlante socio-economico dei Paesi del mondo 2016 di Larousse, storica casa editrice francese. In una delle sue cartine, infatti, l’Atlante mostra l’Europa centrale con l’Ucraina in verde e la Crimea, come anche la Moldavia e la Romania, in grigio, proprio come la Federazione Russa. 

Svista o presa di posizione politica? Al momento si conosce solo l’indignazione dell’ambasciata ucraino in Francia, che ha pubblicato le proprie lamentele su Twitter, con tanto di foto della cartina criticata. “E’ una sorpresa molto deludente”, ha tuona l’ambasciata di Kiev a Parigi, chiedendo all’editore transalpino di correggere l’errore. Mentre l’ambasciatore ha denunciato senza mezzi termini un appoggio fornito alla propaganda russa, “in palese violazione del diritto internazionale”. La casa editrice, da parte sua, si è detto semplicemente “non ancora” in grado di fornire una spiegazione.

La Crimea è stata annessa alla Russia di Vladimir Putin senza il placet della comunità internazionale e contro il volere dell‘Ucraina, a cui era stata ceduta da Leonid Breznev nel 1954, subito dopo la morte di Stalin. Nel marzo del 2014 in Crimea, dove la maggioranza della popolazione è russofona, si è tenuto un referendum popolare che ha sancito il sì all’annessione della penisola sul Mar Nero alla Russia, ma che non è stato mai riconosciuto dalle Nazioni Unite.

L’annessione unilaterale decisa da Mosca ha scatenato tutta una serie di sanzioni economiche che hanno colpito anche gli esportatori italiani e hanno svuotato gli scaffali di negozi e supermercati russi di molti prodotti europei. Lo stesso presidente francese, Francois Hollande, è stato costretto ad annullare la vendita di due costose navi portaelicotteri Mistral commissionate dalla Russia. All’indomani della annessione unilaterale della Crimea anche l’ex presidente Michail Gorbaciov, tanto amato dall’opinione pubblica e dalla classe politica occidentale, ha detto che la decisione di Putin di annettere la Crimea corregge un “errore storico” fatto in violazione della costituzione sovietica.

Crimea è in Russia per Atlante Larousse. Ucraina protesta

La cartina dell’Atlante Larousse