Daniza, Salvini su Fb: “In Italia si uccide un orso ma non si toccano delinquenti”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 settembre 2014 0:08 | Ultimo aggiornamento: 12 settembre 2014 15:41

ROMA – “In Italia si può uccidere un orso, ma non si possono toccare spacciatori, rapinatori, clandestini e delinquenti vari. Vergogna, qualcuno deve pagare!”. Così il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini su Facebook a proposito della morte in Trentino dell’orsa Daniza.

Daniza, Salvini su Fb: "In Italia si uccide un orso ma non si toccano delinquenti

Il post su Facebook di Salvini

La dichiarazione di Salvini non è passata inosservata. Il primo a rispondere al leader leghista è Angelo Bonelli dei Verdi:

“Il segretario della Lega Matteo Salvini con la sua dichiarazione sull’uccisione dell’orsa Daniza entra nell’elenco della vergogna: evidentemente ha dimenticato l’iniziativa della sua Lega che proprio in Trentino, alla festa di Imer aveva organizzato un vergognoso e incivile banchetto di carne d’orso (specie protetta e in via d’estinzione), fermato in extremis dall’intervento dei Nas”.

“E’ davvero vergognoso che l’uccisione dell’orsa Daniza venga strumentalizzata per la propaganda di chi ha prestato il proprio simbolo a iniziative vergognose come quella della festa leghista di Imer – aggiunge Bonelli-. Salvini dovrebbe semplicemente vergognarsi e chiedere scusa a tutte le persone che si battono per difendere la vita ed il benessere degli animali”.