Davide Bifolco ucciso da carabiniere a Napoli: le foto del 17enne

di Redazione Blitz
Pubblicato il 5 settembre 2014 12:03 | Ultimo aggiornamento: 5 settembre 2014 12:03

NAPOLI – Non si sono fermati all’alt dei carabinieri e, durante la fuga, uno dei fuggitivi, Davide Bifolco, 17 anni, è stato ucciso da un carabiniere che, secondo la ricostruzione degli stessi militari, ha sparato in maniera accidentale un colpo con la pistola di ordinanza.

Il tutto è avvenuto nel corso di un servizio per il controllo del territorio che i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Napoli hanno notato tre persone in sella ad uno scooter che stavano percorrendo, secondo la ricostruzione dei militari, con fare sospetto il viale Traiano.

CONTINUA A LEGGERE DOPO LA GALLERY (foto da Facebook)

Secondo quanto riferito dai carabinieri i tre non si sono fermati all’alt ed è nato un inseguimento che si è concluso su via Cinthia, quando il conducente dello scooter in corsa ha preso un’aiuola perdendo il controllo del mezzo, urtando la Gazzella e cadendo a terra.

Subito dopo la caduta uno dei sospetti, inseguito da un carabiniere, è riuscito a fuggire a piedi facendo perdere le tracce. Mentre l’altro militare stava procedendo a bloccare e a mettere in sicurezza gli altri due, ha accidentalmente esploso un colpo con la pistola d’ordinanza che ha raggiunto uno dei sospetti, Davide Bifolco. Il giovane è stato soccorso e portato all’ospedale San Paolo, dove è deceduto.

“È stato un omicidio, non s’inventassero scuse. È stato un omicidio”, ha detto Tommaso Bifolco, fratello di Davide.