Decreto Semplificazione Fiscale: rimborsi fiscali entro due mesi dalla richiesta

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 Giugno 2014 13:57 | Ultimo aggiornamento: 20 Giugno 2014 15:18

ROMA – Chi ha pagato più tasse di quanto doveva allo Stato otterrà il rimborso (compresi gli interessi) entro due mesi da quando presenterà la richiesta: è una delle novità più importanti della bozza del decreto sulla Semplificazione Fiscale, in discussione al consiglio dei ministri del governo Renzi.

Il rimborso del credito di imposta sarà effettuato entro 2 mesi dalla richiesta del contribuente (come in teoria dovrebbe avvenire già oggi) o entro 20 giorni “dalla ricezione di apposita comunicazione dall’ufficio competente”. E saranno erogati anche gli interessi sulle tasse in eccesso pagate dal cittadino che presenterà richiesta di rimborso.

Sarà ampliato inoltre da 5 mila a 15 mila euro l’ammontare dei rimborsi Iva eseguibili senza alcun adempimento. Per i rimborsi oltre i 15 mila euro non sarà più necessaria la prestazione della garanzia dello Stato. Non sono previsti limiti all’ammontare dei rimborsi ottenibili dai contribuenti non a rischio.

GUARDA LE FOTO DELLA CONFERENZA STAMPA SUL DECRETO SEMPLIFICAZIONE FISCALE, CON LE MINISTRE MARIA ELENA BOSCHI E MARIANNA MADIA (servizio LaPresse)