Diletta Leotta presenta la serie B e… va a letto presto FOTO

di redazione Blitz
Pubblicato il 28 marzo 2018 16:05 | Ultimo aggiornamento: 28 marzo 2018 16:05
La foto di Diletta Leotta prima che va a letto, per prerararsi al meglio alla Serie A

La foto di Diletta Leotta prima che va a letto, per prerararsi al meglio alla Serie A

ROMA – Diletta Leotta conduce su Sky “La casa della Serie B”. Per prepararsi, la bella giornalista va a letto presto. Almeno così racconta in una foto postata recentemente su Instagram in cui appare con un maglioncino bianco e dei pantaloni grigi. Sono questi gli abiti scelti per la notte?. E sempre sul social, altre foto recenti mostrano la Leotta in tutta la sua bellezza.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela

Diletta Leotta, nei giorni scorsi è stata intervistata da Tuttosport. Negli stadi ormai sono quasi più gli striscioni dedicati a lei che ai giocatori. “Sono affezionata a tutti – racconta la 26enne volto di Sky Sport, conduttrice della Serie B e della rubrica “Goal Deejay”-, ma il primo non si scorda mai. Me lo fecero i tifosi della Spal per il ritorno in B dopo 23 anni, C’era una mia foto accompagnata dalla scritta: “Ce la meritiamo tuttA”. La Spal continuo a seguirla con affetto e spero che si salvi.Tutte le squadre che dalla B vengono promosse in A le considero delle mie piccole figlie”.

Quest’anno chi vince il campionato di B? “L’Empoli ha una continuità incredibile e numeri da record. A partire da quelli dei due attaccanti, Donnarumma e Caputo: 38 gol in due”.

Juventus o Napoli per lo scudetto? “Ne riparliamo il 22 aprile… Quest’anno è aperto più che mai, il Napoli sta tenendo testa alla Juventus”.

Cosa la incuriosisce della Juventus che domina il campionato da 6 anni? «Mi piacerebbe essere una mosca per ascoltare i discorsi motivazionali che Allegri rivolge alla squadra nello spogliatoio. Sarebbe stato bello infatti sentire cosa si sono detti a Cardiff nell’intervallo della finale di Champions per scoprire quello che non ha funzionato ed essere anche a Wembley dopo il 45’ per capire cosa ha fatto la differenza nella vittoria in rimonta contro il Tottenham”.