Dimissioni Papa, il successore sarà… Ravasi, Bergoglio, Scola…?

Pubblicato il 13 Febbraio 2013 11:39 | Ultimo aggiornamento: 13 Febbraio 2013 11:39

CITTA’ DEL VATICANO – Dopo l’annuncio delle dimissioni di Papa Benedetto XVI, in Vaticano iniziano a circolare i nomi dei possibili successori. Tra i più accreditati ci sono due nomi: Gianfranco Ravasi, Presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, e l’argentino Jorge Bergoglio, Arcivescovo di Buenos Aires, argentino, 69 anni, il secondo più votato dopo Papa Ratzinger nel 2005.

Ravasi, in quanto Presidente del Pontificio Consilgio della Cultura, predicherà gli esercizi spirituali della Quaresima alla Curia romana: in questo ruolo venne scelto direttamente da Benedetto XVI. La coincidenza accende i riflettori su di lui, inserendolo in testa alla lista dei “papabili”.

Oltre a lui e l’argentino Bergoglio, tra gli italiani c’è anche Angelo Scola, 71 anni, Arcivescovo di Milano, in precedenza Patriarca di Venezia, gli americani Charles Chaput, 68 anni, arcivescovo di Filadelfia  e Marc Quellet, 69 anni, ex arcivescovo di Quebec in Canada e attualmente alla guida della Congregazione dei vescovi.

Oltre a questi cinque nomi, importante sarà la spinta che viene dall’Asia e dall’Africa. Il nome più accreditato tra quelli che potrebbero rappresentare questi continenti al momento poco rappresentati in Vaticano, c’è Luis Antonio Tagle, figura emergente dell’episcopato asiatico.

(Foto LaPresse e dal web)