Dolores Valandro (Lega) su Fb: “Perché nessuno stupra Cecile Kyenge?” (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Giugno 2013 13:46 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2013 17:47

PADOVA – “Ma mai nessuno che se la stupri (riferito al ministro Kyenge, ndr), così tanto per capire cosa può provare la vittima di questo efferato reato?”. Questo è quello che pensa e scrive (su Facebook) Dolores Valandro, consigliere di quartiere della Lega a Padova, recentemente sospesa dal suo partito per questioni interne. Valandro è consigliere di quartiere Nord-Arcella e coordinatrice della locale Commissione Sanità, interventi sociali e politiche giovanili.

Valandro commenta con questa frase che ha fatto il giro del web un articolo di un sito specializzato nella pubblicazione di ‘crimini degli immigrati’, nel quale si parla di un presunto tentativo di stupro a una donna italiana da parte un uomo africano. Nel Valandro-pensiero, quindi, Cecile Kyenge in quanto italiana ma d’origine africana rappresenta in qualche modo tutti coloro che hanno il suo stesso colore di pelle o provenienza geografica. Li rappresenta, come sembrano dire le parole della consigliera, anche quando commettono reati. In quanto nera e africana e per nessun altro motivo, visto che non risulta che Kyenge abbia preso pubblica posizione a difesa degli stupratori.

Fatto sta che il post di Valandro è stato subito rilanciato da molti internauti che hanno espresso la propria indignazione per le parole della consigliera. Non solo: immediata è arrivata la presa di distanza della Lega Nord. Massimo Bitonci, capogruppo della Lega Nord al Senato e segretario della sezione di Padova dove è iscritta Dolores Valandro, sospesa dal Carroccio alcune settimane fa per vicende interne, si dissocia totalmente dalle frasi espresse su Facebook dalla consigliera di quartiere relative al ministro Kyenge e la inviata a chiedere scusa.

Pochi minuti dopo, l’annunciata sospensione da parte del segretario della Lega veneta Flavio Tosi: ”Una dichiarazione inqualificabile – ha detto Tosi all’ANSA -. Era già sospesa. Stasera sarà espulsa”.

Cecile Kyenge invece ha preferito non parlare della vicenda: ”Non rispondo perché ognuno di noi dovrebbe sentirsi offeso”.

Il ministro per l’Integrazione Razziale ha aggiunto: ”Questo linguaggio non mi appartiene, perché istiga alla violenza tutta la cittadinanza. Chiunque deve sentirsi offeso, non solo io”.

Questo il suo profilo Facebook

Dolores Valandro (Lega) su Fb: "Perché nessuno stupra la Kyenge?"

Dolores Valandro (Lega) su Fb: “Perché nessuno stupra la Kyenge?”