Dropped, chi era Alexis Vastine, il pugile maledetto di Francia FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 10 Marzo 2015 16:06 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2015 16:06

PARIGI – A soli 28 anni era considerato il pugile maledetto della Francia: tante, troppe le sue delusioni olimpiche. E adesso la morte in un incidente durante un reality show. Alexis Vastine si era aggiudicato un bronzo a Pechino nel 2008 ma non aveva superato i quarti di finale ai Giochi di Londra 2012. Aveva deciso di ritentare la sorte a Rio, alle Olimpiadi del 2016. Ma non arriverà mai in Brasile: è morto nell’incidente che ha coinvolto alcuni dei protagonisti di “Dropped”, l’Isola dei famosi francese. 

Originario di Pont-Audemer nell’Alta Normandia, Vastine aveva commosso la Francia piangendo sul ring di Pechino nel 2008. “Ho lottato, ho sanguinato e ho preso botte”, disse dopo la sconfitta in semifinale contro il futuro campione olimpico Felix Diaz, dominicano. Una sconfitta decisa dall’arbitro e molto contestata.

Stesso copione quattro anni dopo, a Londra, ai quarti contro l’ucraino Taras Shelestiuk. Ma quella volta Vastine sfogò tutta la sua rabbia: “Questa è politica, non è sport”, disse ai giornalisti.

Dopo Londra il giovane pugile cadde in depressione. Ultimamente si era ripreso, ha spiegato il suo amico e pugile Brahim Asloum. Si era ripreso nonostante la morte della sorella Celie, uccisa in un incidente stradale a soli 21 anni. Ora il nuovo lutto in casa Vastine.

(Foto Lapresse)