Milano, camera ardente e funerali del cardinal Martini: le foto

Pubblicato il 3 settembre 2012 13:47 | Ultimo aggiornamento: 3 settembre 2012 17:08

(LaPresse)

MILANO – L’afflusso di fedeli alla camera ardente del cardinale Carlo Maria Martini deceduto lo scorso 31 agosto, è continuato ininterrottamente nel Duomo di Milano. Anche la mattina del 3 settembre, centinaia di fedeli si sono messi in coda per sostare brevemente davanti al feretro dell’ex arcivescovo. Secondo i dati della Curia, tra sabato 1 e la lunedì 3, sono state circa 200mila le persone che hanno voluto dare l’ultimo saluto a Martini. Una partecipazione talmente grande che domenica ha costretto a prolungare l’orario di chiusura del Duomo dalle 19 a mezzanotte.

Lunedì 3, la camera ardente è stata riaperta dalle 7 fino alle 11.30. Alle 16 sono poi iniziati i funerali.

Qui, in prima fila, nella navata centrale del Duomo di Milano era presente il presidente del Consiglio, Mario Monti, accompagnato per l’occasione dalla moglie Elsa. Accanto a lui anche rappresentanti del governo, come i ministri Andrea Ricciardi, Lorenzo Ornaghi e Pietro Giarda. In rappresentanza dei partiti sono arrivati, per il centrosinistra, il leader di Sel, Nichi Vendola, e la presidente del Pd, Rosi Bindi, mentre a rappresentare il Pdl ci sono l’ex ministro Mariastella Gelmini e l’ex sottosegretario Mario Mantovani, mentre per l’Udc era presente con lo stesso leader Pier Ferdinando Casini. Presente alla funzione anche l’ex presidente del Consiglio Romano Prodi.

Presenti poi tutti i vertici delle istituzioni cittadine: il sindaco di Milano, Giuliano Pisapia, il presidente della Provincia Guido Podestà e quello della giunta regionale, Roberto Formigoni.