Ebola, infermiera Kaci Hickox si ribella a quarantena e fa un giro in bici FOTO, VIDEO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 ottobre 2014 16:53 | Ultimo aggiornamento: 31 ottobre 2014 12:46

NEW YORK – Un’infermiera americana appena tornata dalla Sierra Leone si ribella alla quarantena in cui è stata messa e se ne va a fare un giro in bici insieme al fidanzato. Lei è Kaci Hickox, 33 anni, e la sua sfida allo Stato del Maine sta facendo il giro del mondo.

Hickox ha curato malati di ebola con Medici senza Frontiere fino a pochi giorni fa, ma non presenta alcuno dei sintomi del virus. Così ha deciso di uscire come se nulla fosse con il fidanzato per un giro in bicicletta. “Non ho sintomi, sto bene. La quarantena, oltre che inutile, è incostituzionale”, dice lei.

Lo Stato del Maine, però, vorrebbe che  restasse in casa per 21 giorni dall’ultimo contatto con un paziente di Ebola. L’assessore statale alla salute Mary Mayhew ha citato le attività della ragazza e il fatto che le informazioni sul suo lavoro e i suoi movimenti “mancano di affidabilità”: un elemento che, ha detto la Mayhew, rendono la donna “ad alto rischio”.

Le autorità vorrebbero che Kaci restasse in isolamento fino al 10 novembre. La donna dice che la quarantena è incostituzionale, parla di diritti violati e annuncia una battaglia legale se le autorità non si piegheranno alla sua volontà.

Già al suo atterraggio all’aeroporto di Newark dopo tre giorni di isolamento aveva tanto fatto pressione che alla fine il governatore Chris Christie l’aveva lasciata andare e l’infermiera era rientrata in auto in Maine. Ma qui i vertici locali non sembrano volersi piegare.

Foto LaPresse