Egitto, tensioni al Cairo tra pro Morsi e polizia: morti e feriti (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 ottobre 2013 18:27 | Ultimo aggiornamento: 6 ottobre 2013 21:10

IL CAIRO – La tensione a Il Cairo non si placa la mattina del 6 ottobre. Nuovi scontri sono stati registrati per le strade della capitale d’Egitto: sparatorie e lanci di lacrimogeni da parte della polizia, che ha schierato i blindati mentre i sostenitori di Mohamed Morsi cercano di arrivare a piazza Tahrir. Secondo il ministero della Salute egiziano, sono almeno 34 le persone morte negli scontri e 83 i feriti

I pro Morsi si avvicinano a piazza Tahrir passando dal lungo Nilo e nel quartiere di Dokki. Per impedire ai manifestanti di avvicinarsi a Tahrir, esercito e polizia in assetto antisommossa, con blindati e filo spinato, hanno bloccato il ponte dell’università, riporta un’inviata dell’Ansa sul posto, mentre le forze dell’ordine si dispiegano per bloccare un altro ponte e si sentono risuonare spari.

Secondo il ministero della Salute, il bilancio provvisorio è di 34 morti e 83 feriti. Secondo la Coalizione per la legittimità che raccoglie i sostenitori del deposto presidente Mohamed Morsi, undici sono le vittime degli scontri fra pro Morsi e forze dell’ordine nel quartiere centrale di Ramses al Cairo. Altre tre, secondo la Coalizione, sono le vittime dei disordini a Dokki, un altro quartiere della capitale. Un altro pro Morsi ha perso la vita in una sparatoria questa mattina nella cittadina di Degla nell’alto Egitto.

(Foto LaPresse )