Eleonora Gizzi, Chi l’ha visto? e il viadotto del cadavere di Vasto (FOTO)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Agosto 2014 20:08 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2014 20:08

VASTO – Il viadotto sotto il quale è stato trovato il cadavere di una donna, a Vasto, è lo stesso di cui si era occupato Chi l’ha visto per la storia della scomparsa di Eleonora Gizzi. La puntata è quella del 16 aprile (per vedere il servizio integrale clicca qui): l’inviato della trasmissione di Rai3 si è recato in via Salce, sotto il viadotto Prascovia dell’autostrada A14. Proprio dove è stato trovato il cadavere che alcuni (genitori in primis) dicono possa essere di Eleonora. Il giornalista ci era andato sulla base del racconto del cugino di Eleonora, che l’aveva vista camminare lungo la strada provinciale 181, la strada interna che collega Vasto e San Salvo.

Intanto Italo Gizzi e Grazia Marinucci, genitori di Eleonora, si sono recati all’Ospedale clinicizzato di Chieti dove sono stati sottoposti al prelievo della saliva. Servirà per stabilire il Dna da comparare con quello del cadavere.

Gli investigatori vogliono verificare la compatibilità per dare un nome e un cognome al quel corpo scheletrito per il troppo tempo sottoposto agli agenti atmosferici e che era lì sicuramente da aprile. Cadavere che era in posizione fetale e adagiato su alcuni cartoni come un rudimentale letto dove trascorrere la notte. La zona, che è recitata, è stata sottoposta a sequestro giudiziale da parte della Procura di Vasto. In quella zona, che dista un paio di chilometri dall’abitazione della famiglia Gizzi, era stata battuta dai volontari e dalle forze dell’ordine impegnati nelle ricerche di Eleonora

Il corpo è stato ritrovato in parte avvolto nei cartoni, come se la donna si volesse proteggere dal freddo, e in posizione fetale, come se cercasse calore. Vicino al suo ultimo giaciglio, resti di cibo e un mucchietto di cenere: probabilmente, aveva acceso un fuoco per ripararsi dal freddo. Gli stivaletti lasciati in un angolo fanno invece ipotizzare che, se fosse veramente Eleonora, possa essere stata colta da un malore nel sonno.

Neanche l’autopsia ha sciolto definitivamente i dubbi. Questo ritrovamento fa pensare quindi non solo ad un allontanamento volontario di Eleonora, ma anche ad una precisa scelta da parte della maestra di volersi isolare sotto al cavalcavia.

Le foto estrapolate dal video di Chi l’ha visto?