Elezioni comunali 10 giugno 2018, come si vota? FAC SIMILE SCHEDA ELETTORALE

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 maggio 2018 16:51 | Ultimo aggiornamento: 28 maggio 2018 16:51

ROMA – Domenica 10 giugno, dalle 7 alle 23, si voterà in 765 comuni italiani. 

Per questa tornata di amministrative si vota in un solo giorno con seggi aperti dalle 7 alle 23 di domenica 10 giugno, mentre l’eventuale ballottaggio è previsto per domenica 24 giugno.

Come si vota nei comuni con più di 15mila abitanti? Clicca qui per il fac simile della scheda elettorale per i comuni sopra i 15mila abitanti.

Per scegliere il sindaco nei comuni con più di 15mila abitanti  [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]  ogni cittadino avrà una sola scheda. Ogni elettore ha tre opzioni: può barrare solo il simbolo di una lista, può tracciare un segno solo sul nome del candidato sindaco oppure può barrare il simbolo di una lista e il nome di un candidato sindaco non collegato alla lista votata, esercitando così il cosiddetto voto disgiunto.

Per i consiglieri, invece, bisogna scegliere uno o due candidati al consiglio comunale tra quelli presenti nella lista votata e scrivere il loro nome nelle righe accanto al simbolo della lista. Sono possibili uno o due voti di preferenza. Se si scelgono due consiglieri, questi devono essere di sesso diverso.

Il fac simile della scheda elettorale per i comuni sopra i 15mila abitanti

Il fac simile della scheda elettorale per i comuni sopra i 15mila abitanti

Come si vota nei comuni fino a 15mila abitanti? Clicca qui per il fac simile della scheda elettorale per i comuni sotto i 15mila abitanti.

Nei comuni con 15mila abitanti o meno, a ogni candidato sindaco è legata un’unica lista e quindi votando un candidato si sceglie anche la lista di consiglieri a esso collegata. Nessun voto disgiunto, dunque. Nella scelta dei consiglieri comunali, va segnalata anche la distinzione tra i comuni con meno di 5mila abitanti, in cui si può esprimere la preferenza per un candidato al consiglio comunale, scrivendo il cognome nell’apposita riga affiancata al simbolo della lista, e quelli compresi tra 5 e 15mila, dove si possono esprimere una o due preferenze per i candidati al consiglio comunale. Nel caso siano due, devono riguardare candidati di sesso diverso della stessa lista.

Sistema elettorale. Si applica il maggioritario a doppio turno per i comuni con una popolazione che supera i 15mila abitanti, mentre in quelli con popolazione pari o inferiore a 15mila abitanti si vota con il maggioritario a turno unico.

Il fac simile della scheda elettorale per i comuni sotto i 15mila abitanti

Il fac simile della scheda elettorale per i comuni sotto i 15mila abitanti

Clicca qui per leggere l’elenco completo dei comuni al voto il prossimo 10 giugno.