Elio Bonavita ucciso da pirata strada italiano. Su Twitter: “Salvini che dici?”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 26 Marzo 2015 14:12 | Ultimo aggiornamento: 26 Marzo 2015 14:12

MILANO – La rete si indigna con Matteo Salvini. Il leader della Lega Nord è colpevole, secondo alcuni utenti di twitter, di usare due pesi e due misure con i pirati della strada a seconda della loro nazionalità. A far “scoppiare” il caso sui social è stata la notizia che l’uomo che ha travolto Elio Bonavita a Monza si è costituito e non è straniero ma italiano, brianzolo. Elio Bonavita come Beatrice Papetti: entrambi morti a 15 anni dopo essere stati investiti da un automobilista che poi si è dato alla fuga ma alla fine è stato preso. Italiano nel caso di Elio, marocchino nel caso di Beatrice. E qui sta il distinguo.

All’epoca della morte di Beatrice, nel luglio del 2013, Salvini aveva scritto su Facebook un post in cui se la prendeva con l’uomo marocchino di 39 anni che l’aveva investita, uccidendola, e aveva scritto:

“Il PIRATA DELLA STRADA che fuori Milano ha ucciso Beatrice, investendola e poi scappando, è stato arrestato. Si tratta di un marocchino di 39 anni. Si è consegnato, dopo una settimana, per il RIMORSO. Già, il rimorso… Dopo una settimana… Prima, da BUON MUSULMANO, ha parlato con il suo imam. La BOLDRINI si è indignata? La KYENGE si è indignata? NAPOLITANO si è indignato? Ipocriti. Mi fermo, altrimenti mi denunciano per RAZZISMO”.

Nel caso di Bonavita, però, è del suo pirata della strada italiano, Salvini non ha scritto nulla su Facebook. E così su Twitter fioccano i commenti negativi: “Nessun commento sul caso di Monza, forse perché l’automobilista non è straniero?” scrive qualcuno. E un altro cita anche il caso della modella svedese sequestrata e violentata per sei mesi da un italiano in un appartamento di Cinisello Balsamo (Milano):

Stupratore di Milano e pirata della strada brianzolo. Salvini sperava in un extracomunitario o in un Rom. Come gli è andata male…”.