Emanuele Filiberto piange Lou Reed. Wu Ming: “Lui come Gaetano Bresci”. Twitter-lite

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2013 1:15 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2013 17:23

ROMA – Emanuele Filiberto piange Lou Reed chiamandolo “compagno di una vita”. Su Twitter naturalmente. I Wu Ming non si lasciano sfuggire l’occasione e retwittano al principe riferimenti all’attentato degli anarchici contro il suo avo, re Umberto I. Ne scaturisce un battibecco surreale da social network. Emanuele Filiberto è l’ultimo rampollo della decaduta famiglia reale Savoia. I Wu Ming sono un collettivo di scrittori ormai noti da un po’ di anni.

Ecco il tweet che hanno mandato al principe: “Pensa che noi l’abbiamo sempre istintivamente associato a Gaetano Bresci, Giovanni Passannante, quella gente lì”. Gaetano Bresci è l’anarchico che, nel 1900, sparò al re Umberto I a Monza, uccidendolo.

La risposta chiaramente non piace a Emanuele Filiberto che risponde stizzito: “E questo fa vedere che non capisci un cazzo! Però l’importante e crederci! Lunga vita!”

Risposta a cui corrisponde una controrisposta: “Ecco, Gaetano Bresci al tuo trisnonno “Lunga vita” non lo disse. Rock on!”

E così via finché la diatriba si affievolisce e perde d’interesse anche per gli altri utenti che nel frattempo si erano inseriti nel discorso.