Enrico Mentana legge tweet polemico di Rosy Bindi…quella falsa FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 1 Giugno 2015 9:38 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2015 9:38

ROMA – Un falso account Twitter di Rosy Bindi beffa Enrico Mentana durante la maratona elettorale per le regionali. Il direttore del Tg La7 ha infatti letto un tweet in cui la finta senatrice del Pd diceva che “Di Lello sarà chiamato a rispondere alle parole diffamatorie usate nei miei confronti”. Il tweet si riferisce alla polemica interna alla commissione Antimafia dopo la lista degli impresentabili: lista letta dalla Bindi (presidente della commissione) a soli due giorni dal voto e decisa (almeno secondo le parole di Di Lello, segretario della commissione) dalla Bindi senza consultare gli altri componenti. Mentana ha subito montato la polemica, senza accorgersi che questo account della Bindi ha solo 40 following e 36 follower, a differenza dei 66mila e passa follower che ha la Bindi “ufficiale”.

Questo aveva detto Marco Di Lello, del Psi, dopo la lista degli impresentabili: “A differenza di quanto riferito in conferenza stampa è giusto sottolineare come né all’ufficio di Presidenza, né alla Commissione plenaria sia stato consentito di fare alcun tipo di valutazione sulla lista dei nomi resi noti oggi dalla Presidente Bindi. Due settimane fa ho condiviso la scelta di rendere note le risultanze delle indagini, ma sui criteri adottati ho fatto verbalizzare che l’inclusione di imputati che in primo grado sono stati assolti nel merito o per prescrizione va oltre il tenore del codice di autoregolamentazione, approvato dalla Commissione Antimafia, sfociando così nell’arbitrio. È bene dunque chiarire che nessuna condivisione è stata voluta dalla Bindi e che nessuna responsabilità, anche in ordine agli inaccettabili ritardi con cui si è arrivati a rendere nota la lista, è addebitabile ai Commissari o all’Ufficio di Presidenza. La Presidente Bindi se ne assuma dunque in pieno la responsabilità. Io non sono un Commissario a sua disposizione”.