Erhaim Zaina, giornalista siriana col cartello “Je suis Charlie” in strada ad Aleppo

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Gennaio 2015 13:19 | Ultimo aggiornamento: 12 Gennaio 2015 13:21

ALEPPO (SIRIA) – Erhaim Zaina è una giornalista siriana di 29 anni. La ragazza ha voluto sfidare i terroristi facendosi fotografare con un cartello in strada con su scritto: “Je suis Charlie”.  La Zaina ha voluto condivedere con il mondo il suo dolore e la sua indignazione: “Anche noi abbiamo tanti terroristi. E veniamo uccisi per la nostra libertà” ha scritto la giovane donna.

Il tutto avviene in una strada di Aleppo in Siria, città tra le più pericolose al mondo perché divisa dal luglio 2012 tra le zone dei lealisti fedeli a Bashar al-Assad, a ovest, e quelle dei ribelli, a est.

“So cosa vuol dire aver paura ed essere uccisi ingiustamente da terroristi criminali. Condivido il vostro dolore. Io sono siriana. Sono Charlie” ha twittato il giorno dell’attacco a Parigi la giovane, che ha deciso di rischiare coraggiosamente in prima persona scendendo in strada ed esponendosi pubblicamente.

La zona è ad alto rischio. Erhaim, oltre che sul suo account Twitter, è presente anche su Instagram, dove condivide le foto della sua città distrutta.

Erhaim Zaina, giornalista siriana col cartello "Je suis Charlie" in strada ad Aleppo

Erhaim Zaina, giornalista siriana col cartello “Je suis Charlie” in strada ad Aleppo