Erice e le polemiche per la pista ciclabile dipinta. Guerra sui costi

di Redazione Blitz
Pubblicato il 30 settembre 2014 13:13 | Ultimo aggiornamento: 30 settembre 2014 13:13

TRAPANI – A Erice c‘è chi accusa il Comune di aver speso 600mila euro di fondi europei per costruire una pista ciclabile.

Inoltre, come scrive e denuncia Repubblica, la pista ciclabile “viola alcune norme del Codice della strada come l’articolo 190, che vieta il passaggio delle biciclette sui marciapiedi”. E, aggiunge Repubblica “è sorprendente che un lotto del valore di 250 mila euro, pari a quasi metà del percorso, sia stato realizzato semplicemente tingendo di rosso con la vernice sede stradale e marciapiedi”.

La replica del Comune: “Quella cifra, 250mila euro, non sta né in cielo né in terra. Tutto falso”, ha replicato l’assessore alle Grandi opere e allo Sviluppo economico Gianvito Mauro, sentito da Tgcom24.

“I lavori veri e propri costeranno 350mila euro e comprendono una ciclovia a doppia corsia lunga 1.000 metri e completa al 80% e alcuni tratti di collegamento con la funivia per un totale di altri 1.000 metri, che saranno effettivamente verniciati ma il cui costo sarà di circa 40mila euro, nettamente più ridotto rispetto a quanto è stato riportato dai media”.

“Bisogna considerare – prosegue l’assessore – anche i costi per l’illuminazione, la segnaletica verticale, che sarà installata più avanti, e la fornitura di 45 biciclette elettriche e delle pensiline fotovoltaiche per il parcheggio e la ricarica dei mezzi”.