Esplosione Tagliacozzo, i testimoni: “Sembrava un terremoto. Poi fungo come una bomba atomica” FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Luglio 2014 16:29 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2014 17:48

L’AQUILA – “Sono stato il primo ad arrivare insieme ai carabinieri, ho visto e sentito il terzo botto sul posto – racconta il sindaco di Tagliacozzo, Maurizio Di Marco Testa – sembrava un terremoto, seguito da una grossa fumata bianca come quella di una bomba atomica”.

Un boato, una colonna di fumo e poi altri tre boati: è esplosa verso le 14 una fabbrica di fuochi d’artificio a Tagliacozzo, la Pirotecinica Paolelli, in località San Donato, in provincia de L’Aquila.

“Ho capito al volo che stava saltando la fabbrica – spiega – Ho preso l’auto, dimenticando perfino il cellulare, e sono andato di corsa sul posto. I Carabinieri, che in linea d’aria sono vicinissimi, mi hanno raggiunto subito dopo”.

Per il primo cittadino “questo non è un incidente, la scena è quella di un campo da bombardamento. Non ho parlato per ora con esponenti del Governo o della Regione, ma con la prefettura. Comunque i soccorsi di Vigili del fuoco, Carabinieri, Polizia e Forestale sono stati eccezionali”.

La terra ha tremato per chilometri” raccontano i testimoni.