Expo, rubato prototipo mano bionica: era esposta nello stand Toscana FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 14 Maggio 2015 12:26 | Ultimo aggiornamento: 14 Maggio 2015 12:26

MILANO – Il prototipo di mano bionica realizzato dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa è stato rubato venerdì 8 maggio nello stand della Toscana all’Expo. Il furto è stato scoperto al termine di una visita da parte di una comitiva studentesca ed è stato denunciato ai carabinieri il giorno stesso anche se la notizia si è appresa solo ieri 13 maggio. Il prototipo rubato, costato circa 30 mila euro, aveva solo finalità dimostrative e a questo scopo era già uscito altre volte dai laboratori dell’ateneo pisano.

Realizzata nell’ambito del progetto ‘My-Hand‘, finanziato dal ministero dell’Istruzione, università e ricerca (Miur) con un costo di circa 400mila euro, la mano bionica pesa mezzo chilo e somiglia in tutto a quella di una donna adulta. La mano bionica progettata dall’istituto di biorobotica è già stata sostituita e da sabato un nuovo prototipo è in mostra presso lo stand della Regione Toscana all’interno del padiglione Italia di Expo. L’oggetto rubato, secondo quanto si è appreso, era assicurato. La mano bionica, capace di chiudersi in meno di un secondo, è considerata a livello internazionale una delle eccellenza della ricerca scientifica italiana.

La mano bionica è stata concepita come un’opera di design. Controllata col pensiero, e in grado di restituire il tatto: è la prima al mondo di questo tipo. Più economica delle mani bioniche attuali, viene impiantata senza chirurgia. Morbida, colorata e leggera, sembra la mano di un robot.

 

Expo, rubato prototipo mano bionica: era esposta nello stand Toscana

Il prototipo rubato (Ansa)