F1: Sebastian Vettel battezza “Eva”, la sua Ferrari FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 11 Marzo 2015 22:47 | Ultimo aggiornamento: 11 Marzo 2015 22:47

ROMA – Sebastian Vettel rinnova la tradizione di ‘battezzare’ ad inizio stagione la macchina con cui si accinge a correre il Mondiale di Formula 1. SF15-T, così si chiama la Ferrari del 2015, in effetti doveva sembrargli troppo impersonale. Meglio un bel suono femminile, come del resto tutti quelli che l’anno preceduto: “Lei è Eva” ha scritto sul proprio sito il tedesco quattro volete iridato con la Red Bull, presentando la Rossa che lo accompagnerà in giro per i circuiti di tutto il mondo.

Dopo Kate, Liz, Heidi, Mandy dunque tocca a Eva, “colei che dà la vita”, numero portafortuna il 5, proprio quello che avrà sulla sua macchina, scelto in onore di Michael Schumacher. Domenica in Australia prende il via il Mondiale e la Ferrari spera davvero che la sua partecipazione ritrovi colore, vita e quelle emozioni che sono mancate nel 2014. Ne ha parlato anche Bernie Ecclestone, lasciando invero poche speranze di rivalsa ai team diversi da quello campione in carica. “Ovviamente è difficile fare previsioni, ma immagino che le Mercedes domineranno il campionato. Non sappiamo ancora con quale pilota, vedremo. Ma sicuramente le Mercedes vinceranno”. Il patron del Circus dunque non prevede clamorosi rovesciamenti nei rapporti di forza rispetto alla stagione dominata da Lewis Hamilton e Nico Rosberg. Però un’apertura di credito alla Ferrari la concede, soprattutto grazie all’arrivo di Sebastian Vettel: “E’ un pilota molto intelligente – ha concesso Ecclestone – vede le cose in modo giusto e sensibile, molto competitivo. Gli piace vincere, gli piace vincere con me anche quando giochiamo a backgammon, anche se non ha lo stesso grande successo di quando è in pista. Vuole vincere. Non era felice quando non vinceva con la Red Bull e ora si aspetta di vincere con la Ferrari”. Non sarà facile recuperare il gap con le Mercedes già nel corso del 2015, ma secondo Ecclestone la Rossa di Maranello sta gettando le basi per togliersi qualche soddisfazione: “Credo sia sulla giusta strada. Ma per ora le Mercedes sono troppo avanti. Non solo per la Ferrari, per tutti”.

F1: Sebastian Vettel battezza "Eva", la sua Ferrari

F1: Sebastian Vettel battezza “Eva”, la sua Ferrari