Fabrizio Corona latitante, il post su Facebook scritto dall’autista

Pubblicato il 21 Gennaio 2013 9:02 | Ultimo aggiornamento: 21 Gennaio 2013 9:03

MILANO – Il primo mistero è parzialmente risolto. Domenica dopo pranzo il latitante e ricercato Fabrizio Corona non si è connesso a Facebook “nei pressi di Quarto Oggiaro”, come diceva il social network, per scrivere frasi letterarie. E’ stato l’autista, chiarisce la polizia dopo apposita ricerca, evidentemente. Citazione dotta, per altro, dal romanzo “Kafka sulla spiaggia” di Haruki Murakami. E così Corona continua a essere ricercato e soprattutto irreperibile da quando la Cassazione ha confermato la condanna a 5 anni per estorsione al calciatore Trezeguet per alcune foto che lo ritraevano con una donna.

Le ricerche continuano e intanto la madre di Nina Moric, ex moglie di Corona e madre del figlio Carlos, ha detto in un’intervista a Barbara D’Urso: “Nina si augura che il padre di suo figlio si consegni presto alla magistratura. Lo faccia soprattutto per suo figlio Carlos che lo aspetta. Il mio appello si unisce a quello della famiglia di Fabrizio. Mi figlia ha interrotto i rapporti con Fabrizio ben prima che esplodesse questo tsunami”.