Fedez con lo smalto, l’assessore leghista: “Mio figlio lo caccerei di casa”. Il rapper replica con il dito medio FOTO

di Lorenzo Briotti
Pubblicato il 28 Aprile 2021 11:23 | Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2021 12:52
il ito medio di fedez

Fedez con lo smalto, l’assessore leghista: “Mio figlio lo caccerei di casa”. Il rapper replica con il dito medio FOTO

L’assessore leghista contro Fedez: “Mio figlio con lo smalto per le unghie? Lo caccerei di casa”. Fedez non ci sta e replica a quanto detto dall’assessore con il dito medio.  

Fedez lancia sui social la sua linea di smalti per le unghie ed ha subito un enorme successo con il sito che va in crash in pochi minuti. A non tutti è però piaciuto quello che il rapper e influencer pubblicizza. L’assessore leghista al Commercio del comune di Macerata Laura Laviano ha  gradito  scritto: “Se dovessi vedere mio figlio con lo smalto, a parte che penserei subito ad un cambio di persona ma subito dopo lo spedirei fuori di casa”.

Fedez con lo smalto, assessore leghista: “Mio figlio lo spedirei fuori di casa” 

Il post non è ovviamente passato inosservato e che ha scatenato numerose polemiche. Fedez ha voluto a sua volta commentare e nelle sue storie di Instagram ha prima postato il commento e la foto dell’assessore leghista per poi scrivere”mi spiace per il figlio”. Fedez ha poi lanciato anche un sondaggio in cui ha chiesto ironicamente ai suoi 12,2 milioni di follower: “Facciamo un gioco? Indovina il partito?”.

La replica del rapper non si è fermata qui. Dopo aver pubblicato, sempre nelle sue storie di Instagram, la risposta al suo sondaggio cerchiandola di rosso “Partito: Lega Salvini”, con su scritto: “Bravi! Avete vinto un poster di Pillon che fa il culturista”, Fedez ha pubblicato un’altra storia dove, parlando in macchina e mettendo in primo piano le sue mani con il suo smalto, ha affermato: “E’ incredibile come un semplice smalto riesca a stanare gente come questa, che poi non capisco cosa li mandi in tilt di un ca… di smalto, guardate è bellissimo, fantastico”. Concludendo poi con un inequivocabile gesto del dito medio.

L’assessore di Macerata aveva commentato il post (prima pubblicato poi cancellato) di una ragazza che aveva scritto: “Se esiste un Dio, che intervenga”.

L’assessora leghista, nel commento aveva detto: “Se dovessi vedere mio figlio con lo smalto, a parte che penserei subito ad un cambio di persona, ma subito dopo lo spedirei fuori casa. Anni fa il cerchietto, ora lo smalto, ma sti uomini le palle le hanno perse?“.

La risposta di Fedez all’assessore leghista: “Mi dispiace per il figlio più che altro”