Flavio Briatore, nuova provocazione sul Covid: “Spostiamo Natale a febbraio come gli inglesi” VIDEO

di redazione Blitz
Pubblicato il 24 Settembre 2020 13:25 | Ultimo aggiornamento: 25 Settembre 2020 8:19
briatore provocazione covid

Flavio Briatore, nuova provocazione sul Covid: “Spostiamo Natale a febbraio come gli inglesi”

Flavio Briatore parla della decisione dalla Gran Bretagna di chiudere i ristoranti alle 22 per far fronte all’emergenza Covid e lancia una nuova provocazione: “Spostiamo Natale a febbraio”.

Flavio Briatore, per il Covid spostiamo Natale a febbraio. L’imprenditore che nelle settimane scorse ha sconfitto l’infezione, lancia su Instagram una nuova provocazione. Briatore prende spunto dalla notizia che la Gran Bretagna guidata da Boris Johnson ha deciso di chiudere i ristoranti alle 22 per fronteggiare l’aumento dei contagi.

Il noto imprenditore fa ironia sulle decisioni del Governo britannico guidato da Boris Johnson che tra le varie dichiarazioni avrebbe detto di voler “spostare il Natale a febbraio”. 

“Facciamolo anche noi in Italia, sperando che per quella data sia tutto finito” è il succo della proposta di Briatore. Che in un altro post sembrerebbe ironizzare sul fatto che gli italiani sarebbero più disciplinati e attenti degli Inglesi riguardo il Covid-19.

Follower contro Briatore: “Meno male che non abbiamo seguito i tuoi consigli”

I follower di Briatore non la prendono bene e lo accusano di scherzare su un tema molto serio: “Meno male che non abbiamo seguito i tuoi consigli, altrimenti eravamo già tutti di nuovo in quarantena!” scrive qualcuno.

“Bastava che dicevi scusate per le ca**ate che dicevo sino ad un mese fa. Hai detto la stessa cosa usando parole diverse” gli fa eco un altro. 

E ancora: “Incredibile che ancora si esponga su questo tema. Non c’è limite alla decenza”.

“Come puoi vedere in Italia siamo messi molto meglio, quindi le decisioni del nostro governo, non sono poi così sbagliate, tu che ti sei sempre lamentato per questo!!!”

C’è poi chi ci va giù duro: “Mi sembra di sognare.. Dopo tutto quello che ha combinato sei ancora qui a dire ca**te.. Ma il cervello lo colleghi ogni tanto??? È una cosa seria ca**o.. Non è che i capi di stato si divertono e fanno le ripicche a te.. Pazzesco” (fonte: Agenzia Vista/Alexander Jakhnagiev,  Instragram). 

Il post di Flavio Briatore

Uno dei due post di Flavio Briatore