Foggia, esplode palazzina: 2 morti, 4 feriti. Inquilino: “Allarme gas ignorato”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 3 Giugno 2014 7:57 | Ultimo aggiornamento: 3 Giugno 2014 9:50

FOGGIA – Foggia, esplode una palazzina nel centro storico: 2 morti e 4 feriti è il tragico bilancio. L’esplosione, provocata probabilmente da una fuga di gas, che si è verificata nella notte in una palazzina a sei piani di via De Amicis. Le vittime sono Giuseppina Fiore, di 29 anni, e suo marito Luigi Veneziano, di 37 anni, entrambi di Foggia. Salvatore Morese, uno degli inquilini rimasto illeso, ha testimoniato: “Sentivamo odore di gas dalla sera, ma i tecnici ci hanno detto che non c’erano fughe di gas”.

I due sono i genitori di uno dei due feriti, un bambino di circa 4 anni che ha riportato alcune fratture. Per fortuna le condizioni del piccolo non sono gravi. Sono invece più serie le condizioni del secondo ferito, un anziano, Antonio Morelli, di 85 anni, che ha riportato gravi ustioni: l’uomo, tuttavia, non sarebbe in pericolo di vita. Gli altri due feriti sono una coppia di coniugi che abita al primo piano dell’edificio.

I soccorritori ritengono che sotto le macerie non ci siano altre persone. L’esplosione ha sventrato due appartamenti al piano terra dell’edificio. In uno abitavano le vittime con il loro bambino e nell’altro l’anziano. Sono state gravemente danneggiato altre due abitazioni al primo piano, in una delle quali abitano gli altri due feriti

Decine di auto che erano parcheggiate in strada, nelle vicinanze dell’edificio, sono rimaste danneggiate, alcune distrutte, dall’esplosione.

Il bambino salvato era coperto dai detriti e chiedeva aiuto. I soccorritori sono riusciti a individuarlo e ad estrarlo dalle macerie.

Foto Ansa