Francesca Cipriani a La Zanzara: “Maledetto il giorno in cui andai ad Arcore”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 febbraio 2015 15:21 | Ultimo aggiornamento: 20 febbraio 2015 15:21

ROMA – “Maledetto il giorno in cui sono andata ad Arcore. Sto male. Sono uscita dall’ospedale ieri sera. La polizia mi stava buttando giù la porta di casa con il fabbro”: parla Francesca Cipriani, la “Pupa” del programma “La Pupa e il Secchione”. Anche la sua casa è stata perquisita, come quella di molte altre “olgettine” e partecipanti alle cene di Arcore da Silvio Berlusconi. Si indaga per capire se le ragazze delle “cene eleganti” siano state pagate anche dopo le loro partecipazioni. L’ipotesi dell’accusa è che Berlusconi abbia comprato il loro silenzio. 

Intervenendo alla trasmissione di Radio 24 La Zanzara, ad un molto comprensivo e caloroso (per una volta) Giuseppe Cruciani la Cipriani ha raccontato l’arrivo della polizia a casa sua:

“Mi hanno trattato male, con freddezza, facendomi sentire un delinquente, mi hanno sfasciato la casa. Mi hanno portata in banca e mi hanno preso 45mila euro di mia mamma, di mio papà. A casa avevo solo 100 euro. Ma quelli che avevo in banca sono i soldi che mi hanno dato i miei genitori per prendermi una casa”.

E poi accusa la polizia di aver provato a convincerla a parlare:

“Loro mi hanno detto se collabori non ti si prende niente. Hanno bussato alle cinque a tutto il palazzo. volevano entrare a casa dei vicini. Su facebook questi hanno scritto che mi avevano arrestato. La polizia mi ha chiesto di collaborare: ‘Se collabori non avrai più problemi'”.

A Cruciani che le domandava se gli avvocati di Berlusconi le avessero mai chiesto nulla, in questi mesi, lei ha detto:

“No nessuno, pensavo fosse finita questa pagliacciata. Ma andate a sprecare il tempo dove stuprano le donne. Psicologica,mente è stata una giornata devastante. In ospedale hanno detto che ho avuto una crisi di panico. la poliziotta mi seguiva fino in bagno. Mi hanno sequestrato i telefoni. Sia maledetto quel giorno che sono andata dal presidente. Allontanata da Mediaset, lavorativamente mi hanno bloccata. Io ci ho rimesso tutto, non ho preso niente e ci ho rimesso tutto. Regali? Solo il braccialettino, quando ho vinto ‘la Pupa e il Secchione”. E “un bonifico di diecimila euro perché aveva visto che ero bloccata lavorativamente”.

(Foto Lapresse)