Phoenix: la casa di Frank Lloyd Wright rischia di essere abbattuta

Pubblicato il 5 ottobre 2012 8:42 | Ultimo aggiornamento: 5 ottobre 2012 8:42

PHOENIX, ARIZONA – Che fine farà la casa progettata da Frank Lloyd Wright in Arizona nel 1952, la casa donata al figlio David e che rischia di essere abbattuta? Il New York Times si chiede quale sia la questione più allarmante riguardo questo capolavoro dell’architettura contemporanea: se, cioè, fa più impressione che una società di affari sia intenzionata a buttarla giù senza tanti scrupoli perché rovina il business, oppure che la stessa casa a rischio sia lontanissima dai pensieri degli storici dell’architettura. D’altra parte, anche conferire la patente di monumento storico è difficile in Arizona, dove le leggi difendono a spada tratta i diritti della proprietà privata.

Vicinissima alle idee architettoniche sviluppate per la progettazione del Guggenheim Museum di New York, l’edificio è abbastanza economico per gli standard nelle quotazioni di arte contemporanea. Immerso nella natura di un luogo tanto ameno da esser stato chiamato Arcadia,  costa un po’ più di due milioni di dollari per quasi 250 metri quadrati di superficie, oltre il giardino ecc..Molto meno comunque di uno squalo in formalina, dove si può anche abitare. In attesa che la città di Phoenix regoli la questione, godiamoci ancora la vista di una casa senza paragoni. Sperando che, come adombra il NYT, la minaccia della 8081 Meridian, la società che la controlla, serva solo a tirare su un po’ il prezzo.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other