Frosinone. Vanessa Villani picchiata fino al coma nel sonno: arrestato compagno

Pubblicato il 4 Giugno 2013 9:19 | Ultimo aggiornamento: 4 Giugno 2013 9:56

FROSINONE – Picchiò Vanessa Villani mentre dormiva nel suo letto. La madre della ragazza, lo scorso 17 marzo, la trovò in una pozza di sangue. Il violento trauma cranico causò a Vanessa un’emorragia cerebrale e per oltre un mese rimase in coma farmacologico in un ospedale di Roma. Ma una settimana fa Vanessa, 31 anni e originaria di Ferentino, in provincia di Frosinone, si è svegliata e ha identificato il responsabile del suo tentato omicidio. La polizia di Frosinone ha arrestato un uomo di 28 anni, che sarebbe il compagno di Vanessa.

Il personale del questore Giuseppe De Matteis, e quello del capo della squadra mobile, il vice questore Carlo Bianchi, per tre mesi hanno effettuato intercettazioni ambientali e telefoniche per arrivare ad incastrare colui che con una bastonata aveva quasi ucciso la giovane mamma. L’uomo che l’ha aggredita sarebbe stato il compagno, che è stato trasportato al carcere di Frosinone in attesa di essere interrogato.

Frosinone. Vanessa Villani picchiata fino al coma nel sonno

Frosinone. Vanessa Villani picchiata fino al coma nel sonno