Fukushima: dopo il disastro farfalle mutanti e malate, senza le ali

Pubblicato il 14 agosto 2012 16:46 | Ultimo aggiornamento: 14 agosto 2012 16:46

FUKUSHIMA – Le farfalle a Fukushima. dopo il disastro nucleare dell’11 marzo 2011, hanno perso le ali e sono mutate geneticamente. Questo a testimoniare, se ancora ce ne fosse bisogno, gli effetti delle radiazioni su qualsiasi essere vivente, umani compresi.

Secondo gli scienziati, il 12% delle farfalle blu d’erba che sono state esposte quando erano larve al disastro nucleare subito dopo lo tsunami dell’11 marzo 2011, hanno presentato delle anormalità, tra cui ali più piccole e antenne malate. Gli insetti sono stati successivamente allevati in laboratorio e il 18% della loro prole ha presentato simili mutazioni, ha spiegato Joji Otaki, professore della Ryukyu University di Okinawa.

Il numero delle farfalle malate è aumentato fino al 34% nella terza generazione di insetti. A sei mesi di distanza dal disastro gli scienziati hanno raccolto altre 240 farfalle. In questo caso sono state registrate anormalita’ nel 52% dei casi. ”Abbiamo raggiunto la ferma conclusione che le radiazioni rilasciate dalla centrale Fukushima Daiichi hanno danneggiato i geni delle farfalle”, ha detto Otaki sottolineando che è comunque presto per saltare ad altre conclusioni e che gli esperimenti sulle farfalle non possono essere applicati direttamente ad altre specie, soprattutto agli umani.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other