Furgone rosticceria esploso a Guastalla (foto). Titolare grave ma stazionario

Pubblicato il 10 Marzo 2013 13:49 | Ultimo aggiornamento: 10 Marzo 2013 14:18

PARMA, 10 MAR – Francesco Mango, il titolare del furgone rosticceria esploso sabato 9 marzo a Guastalla (Reggio Emilia) è ancora ricoverato in rianimazione a Parma in prognosi riservata: le condizioni dell’uomo, di 55 anni, sono giudicate dai medici dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma gravi ma stazionarie.

Mango (che nel rogo ha perso la moglie, la figlia e la cognata) presenta ustioni di secondo e terzo grado su circa il 20% della parte superiore del corpo. E’ intubato.

Oltre a Mango, altri cinque dei undici rimasti feriti nello scoppio sono ricoverati a Parma. Per tutti le condizioni sono stabili. Tra loro, tutti ricoverati nel centro grandi ustioni, la più grave è una donna italiana di 65 anni. Media gravità invece per un’altra italiana, di 65 anni, e per due uomini, un italiano di 37 e un 43enne pachistano.

Per questi ultimi quattro pazienti, che hanno riportato ustioni tra il 10 e il 15% della parte superiore del corpo, la prognosi resta riservata. I medici hanno invece sciolto quella per un 55enne pachistano che ha riportato ustioni più lievi: guarirà in 30 giorni, salvo complicazioni.

Ecco le immagini del luogo in cui il furgone è esploso, subito dopo la tragedia (foto LaPresse)