Gianluca Buonanno (Lega Nord) condannato per campagna anti-burqa a Varallo FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 Dicembre 2014 16:46 | Ultimo aggiornamento: 6 Dicembre 2014 16:56

VERCELLI – Gianluca Buonanno, ex sindaco di Varallo e ora europarlamentare della Lega Nord, è stato condannato per la campagna anti-burqa lanciata nella città nel 2009. Oltre a Buonanno anche il Comune di Varallo è stato condannato a pagare un risarcimento di 11500 euro per i cartelli anti-burqa e anti-velo esposti all’entrata della città, in provincia di Vercelli.

Tutto inizia nel 2009, quando Buonanno era sindaco di Varallo e iniziava già a far parlare di sé per le sue iniziative e proteste. L’eurodeputato ordinò l’esposizione di cartelli all’ingresso della città in cui si esponeva il divieto di velo, burqa e attività di “vu’ cumpra e mendicanti”.

Un cartello che non passò certo inosservato e che ora è costato all’ex sindaco leghista e al Comune di Varallo una condanna al pagamento di un risarcimento di 11500 euro e la pubblicazione della sentenza per 30 giorni sul sito web del Comune, sul giornale “Corriere Valsesiano” e sulla pagina Facebook di Buonanno.

Sulla pagina Facebook però Buonanno sostiene ben altra versione, e invece di pubblicare la sentenza il 6 dicembre ha pubblicato una foto in cui sostiene che la notizia sia “fuorviante” e sbagliata.

(Foto da Facebook)