Gonna troppo corta a scuola: studentessa costretta ad indossare l’abito della “vergogna”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 17 settembre 2014 15:26 | Ultimo aggiornamento: 17 settembre 2014 15:26

ORANGE PARK (FLORIDA, STATI UNITI) – Miranda è una ragazzina di 15 anni che è stata costretta a cambiarsi a scuola per indossare una maglietta e dei pantaloni della tutta “della vergogna”. La colpa della giovane era quella di essersi presentata a scuola con una gonna che non raggiungeva il ginocchio. Secondo il codice di abbigliamento della scuola, le gonne devono arrivare almeno al ginocchio. E così la gonna della giovane, da un’insegnante che ha applicato fedelmente il regolamento della Oakleaf High School di Orange Park in Florida negli Stati Uniti, è stata giudicata troppo corta e Miranda è stata obbligata a cambiarsi.

L’insegnante ha deciso di punire la giovane costringendola ad indossare una maglietta gialla della “vergogna” con su scritto “dress code violation”, ossia “violato il codice di abbigliamento”. Al posto della gonna, Miranda ha indossato pantaloni della tuta rossi con lo stesso messaggio scritto sulla gamba destra. La scuola è fornita di questi abiti di “emergenza” che vengono tirati fuori solo quando servono a mettere in imbarazzo gli studenti che infrangono il codice.

La giovane viveva con la madre a Seattle e si era trasferita in Florida solo da otto giorni. Dianna Larkin, la madre di Miranda, ai media americani ha detto di non aver affatto gradito il trattamento riservato alla figlia ed ha accusato la scuola di aver compiuto un atto di bullismo. A suo pare, Miranda è stata pesantemente umiliata.