A Google puoi chiedere il diritto all’oblio: ecco come cancellarsi dal web

di redazione Blitz
Pubblicato il 30 Maggio 2014 11:06 | Ultimo aggiornamento: 30 Maggio 2014 11:08

ROMA – Si chiama “diritto all’oblio” e permette a chiunque di poter chiedere a Google di cancellare articoli, link, disponibili sul web che rimandano a notizie che ci riguardano. Un fatto di cronaca successo anni fa, magari, il proprio nome e cognome legato a una vicenda dolorosa e passata. Google ora lancia un servizio attraverso il quale i cittadini europei possono richiedere la rimozione di link dai risultati di ricerca.

Ma attenzione: non tutto può essere rimosso. Ogni singola richiesta verrà infatti vagliata dal motore di ricerca: se le notizie verranno considerate di interesse pubblico, se ad esempio riguardano reati finanziari, condanne penali, o la condotta pubblica di funzionari statali, tutto questo deve rimanere online per interesse della comunità a conoscere questi fatti, come peraltro previsto dalla legge sulla privacy. Ad ogni modo l’azienda ha reso disponibile un questionario da compilare online attraverso il quale inoltrare la richiesta.

Basta cliccare su questo link, leggere le istruzioni iniziali, inserire i propri dati personali, allegare il link che si vuole rimuovere, allegare copia di un documento (basta quella della patente di guida) e inviare la richiesta. Pochi passaggi e in italiano. Lo scorso 13 maggio la Corte UE in una sentenza aveva dichiarato che il motore di ricerca è responsabile del trattamento dei dati personali pubblicati su pagine web di terzi. “La sentenza della Corte richiede a Google di prendere decisioni difficili in merito al diritto di un individuo all’oblio e al diritto del pubblico di accedere all’informazione – dice un portavoce dell’azienda -. Stiamo creando un comitato consultivo di esperti che analizzi attentamente questi temi. Inoltre, nell’implementare questa decisione coopereremo con i garanti della privacy ed altre autorità”. Schermata 2014-05-30 a 11.05.46