Google Maps e clan, la mappa completa della malavita in Italia: “Le metropoli delle mafie”

di Gianluca Pace
Pubblicato il 19 novembre 2013 12:03 | Ultimo aggiornamento: 29 novembre 2013 11:51

ROMA – A Ostia il clan Senese, i reduci della banda della Magliana, il clan Cuntrera-Caruana, la famiglia Fasciani, all’Esquilino la mafia cinese, a Roma Nord, al Flaminio, la ‘ndrangheta, i clan Bruzzaniti, Morabito, Palamara, Scriva e Speranza, a San Basilio il clan Sergi-Marando, i Casamonica all’Appio, al Tuscolano, a Tor Bella Monaca e Anagnina, alla Borghesiana il clan Ierino. E’ la mappa dei clan, cosa nostra, ‘ndrangheta e camorra quartiere per quartiere. E’ il progetto del giornalista Luca Dello Iacovo: “La metropoli delle mafie” . La mappatura completa dei clan, della mafia utilizzando Google Maps. Milano, Roma, Napoli, Palermo, ogni provincia, ogni comune, ogni quartiere un clan, un’alleanza, un cartello.

"Le metropoli delle mafie", Roma

“Le metropoli delle mafie”, Roma

Poi la Sicilia, cosa nostra, la camorra e la Campania, il cartello dei Casalesi a Casal di Principe, il Clan Falanga a Torre del Greco, poi Napoli e i clan Caldarelli, Ferraiuolo – Solder, Giuliano, Mazzarella e Montescuro.  Nel rione Sanità invece si segnalano i clan Misso, Tolomelli, Torino e Vastarella. Al Vomero ecco i clan Caiazzo, Cimmino e Polverino. Nella periferia di San Giovanni a Teduccio si ricordano i clan D’Amico, Mazzarella, Reale-Formicola, Rinaldi-Altamura.  In Calabria, nel Mandamento Centro di Reggio Calabria  i clan Alampi, Borghetto – Caridi – Zindato, Crucitti, Ficara – Latella, Lo Giudice, Labate e Rosmini. Nell Mandamento Tirrenico di Gioia Tauro la ‘ famiglia ’ di riferimento è il clan Piromalli. A Tropea i clan Accorinti e La Rosa. A Scalea il clan Stummo-Valente. A Cutro, in provincia di Crotone, il clan Grande Aracri e il clan Dragone. A Catanzaro il Clan Costanzo – Di Bona, il clan Gaglianesi e il clan degli zingari.

"Le metropoli delle mafie", Calabria

“Le metropoli delle mafie”, Calabria

5 x 1000

Poi il nord, la Lombardia, Milano, il Piemonte e Torino con la ‘ndrangheta e le locali: la locale principale di Torino, la locale di Natile di Careri e la locale di Siderno , a Genova cosa nostra con le famiglie Emmanuello e Rinzivillo, a Savona la ‘ndrangheta con i clan  Gullace, Marando e Stefanelli. L’Emilia Romagna con la mafia cinese e la ‘ndrangheta a Reggio, i clan Arena, Dragone,Grande Aracri e Nicosia. A Bologna la camorra e i clan ‘ndranghetisti Bellocco e Mancuso. Superata l’Italia, l’Africa, cosa nostra in Angola e Costa d’Avorio, la camorra in Kenya e la ‘ndrangheta in Sud Africa. In Europa la Germania, in Sud America il Venezuela, il Brasile, la Costa Rica e l’Argentina fino ai paradisi fiscali: Andorra, Anguilla, Aruba, Costa Rica, Monaco o San Marino.

GUARDA LA MAPPA COMPLETA

Chiunque può collaborare per migliorare la mappa. Se vuoi collaborare o proporre idee scrivi a stop.mafia@gmail.com