Governo gaffe, “Un piano per il Sud”. Ma nella foto c’è… Duino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Febbraio 2020 17:10 | Ultimo aggiornamento: 15 Febbraio 2020 17:10
Governo gaffe, "Un piano per il Sud". Ma nella foto c'è... Duino

Governo gaffe, “Un piano per il Sud”. Ma nella foto c’è… Duino

ROMA – “Un piano per il Sud è un progetto per l’Italia”. Ma nel manifesto ad illustrazione del progetto del Governo c’è l’imponente castello di Duino, in Friuli-Venezia Giulia, non proprio al Sud Italia… “Mai più narrazioni tossiche del Sud, mai più rassegnazione, mai più disagio”, aveva detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante la conferenza stampa di presentazione del piano di rilancio per le infrastrutture al Sud, a Gioia Tauro.

Una foto, quella di Duino, che stride con il nobile impegno descritto nel progetto (si parla di un investimento da circa 123 miliardi per il sud). La foto ovviamente, come sempre accade in questi casi, ha fatto il giro dei social network creando un tam-tam di tweet, post e commenti con l’hashtag #Sud2030. Tra i primi ad accorgersi della gaffe, il giornalista de La Repubblica Ferdinando Giugliano: “Il ‘Piano per il Sud’ del ministro Provenzano inizia con una foto di … Duino, in provincia di Trieste”, ironizza su Twitter.

Il piano del Governo per il Sud.

Un piano decennale fatto pensando ai giovani, per sconfiggere l’idea di un Paese a due velocità e per creare l’Italia del futuro. Il premier Giuseppe Conte ed il ministro per il Sud Giuseppe Provenzano scelgono Gioia Tauro per presentare – accompagnati dal ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina – il Piano sud 2030, un progetto di sviluppo da 123 miliardi in dieci anni, che, nelle intenzioni del Governo, dovrà sanare il decennale deficit che divide Nord e Sud. Un piano, dice il premier davanti a studenti e docenti dell’Istituto tecnico Severi, per dire “mai più rassegnazione, mai più disagio, mai più causa persa”.

“Non vogliamo più narrazioni tossiche per il sud – rimarca Conte – le vogliano esiliare e mandare via. Il Sud deve diventare sinonimo di eccellenza”. Anche perché, evidenzia, “il rilancio del Sud è anche il rilancio del Nord”. Il premier invita quindi tutti a ricordare la giornata di oggi, San Valentino del 2020. Perché, spiega, è la data in cui “abbiamo aperto il cantiere dell’Italia del futuro e posto le basi per asfaltare la strada del riscatto”.

Un piano consistente che prevede 33 miliardi di investimenti in opere appaltabili già entro il 2021 per le infrastrutture. Ed è questo uno dei settori fondamentali per riallineare nord e sud perché, dice Conte, il rilancio del Sud “non può non passare dal miglioramento delle infrastrutture, ferroviarie e stradali”. In questo contesto rientra anche il lavoro del Governo per portare a quattro ore il tempo di percorrenza dei treni da Roma a Reggio Calabria, le stesse della tratta Roma-Torino. Un obiettivo raggiungibile, ricorda Conte, con i 3 miliardi di euro stanziati per il progetto di alta capacità. E poi i trasporti aerei. La crisi del settore “è una delle maggiori sfide del Governo”, afferma il premier, che auspica “una competizione del sistema” per giungere ad una riduzione dei costi per i passeggeri. Senza dimenticare, comunque, la necessità di mantenere gli asset della compagnia di bandiera perché c’è bisogno “del presidio di una compagnia di bandiera” per garantire i trasporti in tutte le regioni. (Fonte Ansa).

Governo gaffe, "Un piano per il Sud". Ma nella foto c'è... Duino

Governo gaffe, “Un piano per il Sud”. Ma nella foto c’è… Duino