Gran bretagna sott’acqua dopo tempesta Desmond: 1 morto FOTO

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 Dicembre 2015 13:11 | Ultimo aggiornamento: 7 Dicembre 2015 23:17

LONDRA – La tempesta Desmond ha sommerso di acqua la Gran Bretagna e causato una vittima. La bufera ha colpito il nord dell’Inghilterra, il Galles e buona parte della Scozia, ma anche parte dell’Irlanda, con violente piogge, inondazioni e raffiche di vento che hanno superato i 130 chilometri orari. L’allerta meteo nelle ultime ore si è attenuata, ma l’allarme alluvioni, con una settantina di aree di pericolo, in uno scenario di disagi diffusi e caos nel traffico, è rimasto attivo per tutto il 6 dicembre.

Molti gli interventi dei vigili del fuoco e dell’esercito per aiutare la popolazione colpite dalle alluvioni e a Londra si è registrata una vittima: un uomo di 90 anni, per le forti raffiche di vento, è stato spinto sulla strada e investito da un bus che era di passaggio. Intanto sono centinaia le persone allontanate dalle proprie case, soprattutto da località dell’Inghilterra settentrionale, le più colpite dalla violenza dei fenomeni, e migliaia quelle tuttora senza elettricità.

Interrotti inoltre diversi collegamenti stradali e tutti i trasporti ferroviari fra Inghilterra e Scozia. Situazione di emergenza in particolare nella regione inglese settentrionale della Cumbria, dove il 5 dicembre è rimasto intrappolato per strada dall’acqua pure il leader liberaldemocratico britannico Tim Farron, con moglie e quattro figli. La zona, nota per la sua instabilità  meteorologica, non aveva tuttavia mai visto nulla di simile – secondo alcuni specialisti – a memoria d’uomo.

(Foto Ansa)