Grande Fratello 13, Andrea Cerioli eliminato dalla Casa (foto)

di redazione Blitz
Pubblicato il 15 Aprile 2014 12:56 | Ultimo aggiornamento: 15 Aprile 2014 12:57

ROMA – E’ Andrea Cerioli il quinto eliminato di Grande Fratello 13. Il ragazzo bolognese ha perso la sfida al televoto contro i fratelli Papillon e contro Giovanni. Per lui si trattava della terza nomination.

Appena arrivato in Casa, dopo aver vissuto la prima settimana in Cantina insieme agli altri ragazzi, sembrava predestinato a una storia con Chicca (che aveva lasciato intendere che il suo preferito fosse proprio Andrea). Ma i comportamenti da ‘gattona’ della ragazza – che divideva le sue attenzioni tra il bolognese, Roberto e Giovanni, scegliendo alla fine quest’ultimo – lo hanno fatto ben presto desistere. Ha quindi deciso di rivolgere le sue attenzioni a Greta. Ben presto ha trovato il coraggio di confessarle il suo interesse, ma la ragazza gli ha ribadito più volte che tra loro due non ci sarebbe potuto essere nulla più di un’amicizia. E così è stato, nonostante i pressanti tentativi di corteggiamento di Andrea. Il ragazzo ha continuato a ingelosirsi per le attenzioni di Greta nei confronti degli altri uomini, soprattutto di Fabio. Greta non ha mai approvato questo atteggiamento e ha cercato di farglielo capire in tutti modi (è arrivata a dirgli: “sei proprio un ragazzino, non mi voglio rovinare la giornata con i tuoi umori”).

La gelosia di Andrea ha raggiunto il culmine in una serata in cui, insieme a Fabio, Angela, Mirco e alla stessa Greta, in Casa si giocava a gavettoni: Andrea è andato su tutte le furie perché, secondo lui, Mirco avrebbe approfittato della situazione per toccare il lato B di Greta. Il contadino si subito è giustificato dicendo: “se l’ho fatto, chiedo scusa, ma non mi sembra”. Ma nessuna spiegazione è servita a calmare Andrea, che è arrivato a mettergli le mani al collo. Per separarli sono dovuti intervenire gli altri ragazzi. La stessa Greta ha cercato di smorzare i toni, spiegando che si trattava solo di un gioco e che non ha percepito alcun fastidio. Mirco le ha chiesto comunque scusa e ha stigmatizzato il gesto di Andrea: “Tutti so’ capaci ad alzare le mani, è quando le tieni ferme che sei forte secondo me”, aggiungendo anche: “La spinta neanche la vedo, è quello che ha detto il problema: io vado a fare un gioco per toccare il sedere a una donna? È troppo grave”. Greta ha quindi cercato di far ragionare Andrea: “Non hai ragione, hai torto! Non vedere queste cose perché non ci sono: è un’altra cosa che ti sei creato nella testa!”. La tensione, per fortuna, non è durata molto. Andrea è andato a chiedere scusa a Mirco: “Ci tenevo a chiarire, ne abbiamo parlato, amici come prima”. “Amici più di prima”, gli ha risposto Mirco, abbracciandolo.

Nell’ultima settimana, purtroppo, Andrea si è reso protagonista di un altro episodio spiacevole: ha apostrofato Samba con un’espressione razzista. “Gli prendiamo un biglietto per Lampedusa e lo rimandiamo in Senegal”, ha affermato Andrea parlando del compagno d’avventura, che, in salotto, stava cantando alcune canzoni africane insieme ad altri compagni.