Green Hill, sequestrata a Montichiari l’azienda: “Maltratta i beagle”

Pubblicato il 18 luglio 2012 10:16 | Ultimo aggiornamento: 18 luglio 2012 14:49

(Foto LaPresse)

MILANO – Sotto sequestro Green Hill, il canile che alleva beagle da vivisezionare. Il Corpo forestale dello Stato ha sequestrato l’azienda a Montichiari (Brescia). Il reato contestato è quello di maltrattamento animale: con questa accusa sono indagate 3 persone.

Il sequestro è stato disposto dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale ordinario di Brescia: partecipano all’operazione circa 30 forestali appartenenti ai Comandi provinciali di Brescia, Bergamo e al Nucleo Investigativo per i Reati in danno agli Animali.

Sotto sequestro sono finiti sia pezzi della struttura (capannoni, uffici e aree per un totale di 5 ettari) sia cani di razza beagle, sia cuccioli che adulti.  I cuccioli di beagle non potranno comunque uscire dall’azienda. I rappresentanti della Green Hill sono stati nominati custodi giudiziari insieme al sindaco della cittadina lombarda e alla locale Asl. A loro spetta l’obbligo di curare e far mangiare i cani.

Nei giorni scorsi la Procura di Brescia aveva già lanciato un avvertimento a Green Hill: “Gli atti di violenza non possono rimanere impuniti”.

Tra i più grandi sostenitori della chiusura di Green Hill c’è l’ex ministro Michela Vittoria Brambilla, convinta animalista che da anni porta avanti la sua battaglia.

Privacy Preference Center

Necessari

installato da wordpress di default, non vengono utilizzati in alcun modo

wordpress

Advertising

Analytics

Utilizzati per stimare il traffico del sito

_ga,_gat,_gid,WT

Other