Gregory McCalium, il ladro steso dal vicino di casa ex pugile è stato condannato

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 Agosto 2013 22:31 | Ultimo aggiornamento: 10 Agosto 2013 0:24

OXFORD (REGNO UNITO) – Gregory McCalium era entrato in casa del suo vicino e lo aveva minacciato con un coltello. Il vicino però, essendo un ex pugile, lo aveva steso con a terra con un paio di pugni in faccia.

E’ accaduto il 18 agosto del 2012 ad Oxford in Inghilterra: il ragazzo, 23 anni, lunedì 5 agosto è stato condannato a 4 anni di prigione per tentato furto aggravato. Il giudice, durante la lettura della sentenza ha detto che “si è preso la condanna che meritava”.

La sera prima del tentativo di aggressione, il ragazzo aveva dato una festa e qualcuno aveva chiamato la polizia per reclamare contro gli schiamazzi. Gregory era convinto che a chiamare gli agenti fosse stato il suo vicino. Il ragazzo si era così presentato a casa di Frank Corti, 72 anni, ex boxer in pensione, la mattina dopo verso le 8. L’uomo era a casa con la moglie quando McCalium l’ha minacciato con un coltello dopo essersi introdotto nell’abitazione. l’ex pugile che non aveva perso il sangue freddo dei bei tempi, l’aveva steso a terra con un paio di cazzotti in faccia. Poi aveva aspettato l’arrivo della polizia.

Corti, ex militare dei Royal Engineers di Sua Maestà durante la guerra in Nord Africa dal 1956 al 58, ha raccontato che “all’inizio, quando ha estratto il coltello, ho avuto paura. Ma la mia vecchia formazione ha preso il sopravvento così mi è scattato un pugno, l’ho tirato più forte che potevo e lui è andato giù come un sacco. Se non puoi difendere quello che è tuo, in che mondo viviamo?”.

Da parte sua il 23enne che di professione fa il barman, in tribunale ha respinto le accuse e ha detto di non ricordarsi niente dell’accaduto. Anche Corti ha dichiarato che per stendere il ragazzo non ha impiegato molto tempo: il ragazzo aveva bevuto per tutta la notte durante la festa, e le sue movenze erano molto rallentate.