Halloween, Walmart vende abiti per “ragazze grasse”: polemiche sul web

di Redazione Blitz
Pubblicato il 28 Ottobre 2014 18:06 | Ultimo aggiornamento: 28 Ottobre 2014 18:20

ROMA – La catena di supermercati americani Walmart, per Halloween ha realizzato alcuni travestimenti dedicati alle sue clienti grasse. La mossa commerciale non è però piaciuta a molti clienti e l’azienda è stata costretta a cambiare il nome dell’offerta cambiandolo in “plus size”, ossia “sovrappeso”. Gli abiti si trovavano nella sezione del sito in cui si possono fare acquisti online sotto la dicitura “Fat Girl Costumes”.

Navigando nella pagina si trovavano circa 20 schede che offrivano abiti da vampiro, da dea olimpica e da altre decine di personaggi. A non tutti però la dicitura “fat”, traducibile in italiano con la parola “grasso”, è piaciuta. Su Twitter in molti hanno infatti criticato l’azienda per non aver scelto nomi meno offensivi.

Walmart che aveva lanciato la pagina sul sito il 21 ottobre, alle critiche aveva subito risposto ringraziando i clienti per i commenti ricevuti e rimuovendo il nome. La dicitura “fat” è però poi ricomparsa lunedì 27 ottobre, ossia sei giorni dopo. Un portavoce della Walmart si è scusato subito, spiegando che la ricomparsa del nome era dovuto ad un problema  interno, ed ha assicurato alla clientela che “fat” non apparirà più. E infatti ora gli abiti vengono venduti con la dicitura “women’s Plus Size Halloween Costumes”.