Honda, il tema da bambino: “Giocherò nel Milan e avrò numero 10” (foto)

di Redazione Blitz
Pubblicato il 9 gennaio 2014 21:37 | Ultimo aggiornamento: 9 gennaio 2014 21:37

MILANO – Ecco la traduzione del tema scritto da Keisuke Honda quando era un bambino di 12 anni. Il suo sogno era quello di giocare in Serie A con la maglia numero 10.

Quando sarò grande, voglio diventare il più forte calciatore al mondo. No, io diventerò il migliore. Per essere il migliore al mondo, devi mettercela tutta, più di chiunque altro. E io sto lavorando per questo, già ora. Non sono ancora un giocatore così bravo, ma lavorerò duro per diventare il più grande. Quando diventerò il più grande, voglio diventare ricco e ripagare i miei genitori. Diventerò famoso perché giocherò la Coppa del Mondo, e verrò ingaggiato da una squadra di Serie A. Diventerò un titolare e giocherò con la maglia numero 10. Voglio guadagnare 4 miliardi di yen all’anno (nel 1999 sarebbero stati 30,7 milioni di euro. Al cambio attuale sono 28,1 milioni di euro. Al Milan guadagnerà 3,5 milioni all’anno, ndr). Sogno di firmare un giorno un contratto con la Puma e di disegnare le scarpe da gioco e le magliette, di modo che la gente di tutto il mondo le possa comprare. Poi giocherò nel torneo che tutti nel mondo ogni quattro anni guardano con attenzione: il Mondiale. Dopo aver giocato bene in Italia tornerò in Giappone, incontrerò i signori della Federazione e riceverò la maglia numero 10, diventando il simbolo della squadra. Voglio battere 2-1 il Brasile nella finale di Coppa del Mondo. Il mio sogno è di giocare questa partita insieme a mio fratello (la carriera di Hiroyuki Honda, nel 2005 venne stroncata da un brutto infortunio), superare la squadra più forte del mondo, fare delle belle azioni con lui e segnare un gol“.