Il 18enne che voleva fare una strage a scuola. Nella camera armi, svastiche e poster di Joker

di Redazione Blitz
Pubblicato il 6 marzo 2014 17:02 | Ultimo aggiornamento: 6 marzo 2014 17:08

LONDRA – Aveva pianificato attentati contro una scuola, un’università, una moschea e un tribunale. Aveva anche preparato una lista, un elenco di insegnati e di compagni che avrebbe voluto uccidere. Si era anche ripreso e registrato mentre preparava molotov. E nella sua stanza, quella di Michael Piggin, 18 anni, arrestato a febbraio e accusato di terrorismo, la polizia ha trovato di tutto: armi (tra cui una balestra, molotov, fucili ad aria compressa e dell’esplosivo), una maschera anti-gas, tre pistole, un quaderno di Che Guevara con una svastica disegnata sopra e poi sul muro una bandiera nazista, due poster di Joker (il cattivo di Batman), tende del Liverpool, simboli templari. Nel dicembre del 2012, riferiscono alcuni testimoni, passando davanti ad una scuola materna disse: “Ho sentito la voglia di sparare”.

La foto pubblicata dal Daily Mail

La foto pubblicata dal Daily Mail